Un po' di manutenzione allunga la vita
Porte blindate Torino

18 . Oct . 2017 | in Porte blindate Torino, Cura e manutenzione


Pensavi di acquistare una nuova porta blindata a Torino e di avere la sicurezza in pugno? Sbagliato! La porta blindata infatti, oltre ad essere un elemento dal grande valore estetico, è a tutti gli effetti un prodotto tecnologico e come tale deve essere considerato. Permettere al vostro serramento di rimanere efficiente nel tempo, significa sottoporlo a piccoli interventi di manutenzione periodica che fanno sì che funzioni bene e a lungo.

Quando si parla di posa, installazione e controllo di una porta blindata, solitamente è consigliato rivolgersi ad un tecnico esperto. Per quanto riguarda le semplici azioni di manutenzione preventiva invece, possiamo provvedere autonomamente. 

L’assenza o la carenza di manutenzione infatti può compromettere, anche gravemente, il funzionamento e l’efficienza della porta.

Sono diversi i campanelli d'allarme che segnalano la necessità di un controllo: la presenza di strisce sul pavimento in corrispondenza dell’anta, la comparsa di insoliti rumori, cigolii all’apertura della porta, ecc. Cerchiamo dunque di capire cos’è meglio fare per prenderci cura della nostra porta blindata a Torino.

Piccoli accorgimenti preventivi

Le parti di una porta blindata che hanno maggiore necessità di manutenzione sono certamente quelle sottoposte a movimento. Come tutti i meccanismi infatti, spesso basta che un semplice elemento non funzioni o sia rovinato, per mettere a repentaglio la prestazione dell’infisso nel suo complesso. Inoltre, i portoni d’ingresso sono spesso esposti agli agenti atmosferici: questo può causare segni di ossidazione del metallo o zone danneggiate che rendono necessario l’intervento di un personale specializzato.

Bisogna quindi prestare particolare attenzione a cardini e serratura, come anche alla presenza di inserti in vetro o rivestimenti particolari, e intervenire tempestivamente in caso di danneggiamenti o “invecchiamenti” prematuri.

Vediamo nello specifico come e in che misura si può intervenire per manutenere al meglio la propria porta blindata di Torino!

Limitare lo sforzo delle cerniere

Le cerniere sono a grande rischio di usura e rottura: permettendo il movimento della porta, sono infatti sottoposte ad uno sforzo continuo. Agevolare il loro funzionamento vuol quindi dire controllare che il peso della porta sia distribuito in modo equilibrato, per far sì che i cardini non siano mai sottoposti ad uno sforzo eccessivo.

Spesso, al momento dell’apertura o della chiusura dell’anta, le cerniere sono fonte e causa di cigolii fastidiosi. Per eliminarli, è necessario lubrificare la cerniera applicando un olio minerale fluido a base silinoica nell’apposito foro, sulla superficie superiore del suo corpo.

Come regola generale, consigliamo anche di controllare circa ogni sette mesi che lo spazio tra il pavimento e la porta resti uniforme e non diminuisca e che le viti dei cardini siano debitamente avvitate.

Controllo delle viti dei cardini

Applicazione di uno spray lubrificante

Controllare i sistemi di chiusura

Chiavi e serrature sono elementi fondamentali, senza i quali la porta risulterebbe inutile. Il loro corretto funzionamento è garantito da una manutenzione periodica dei loro componenti esterni, quali l’anta, che si deve agganciare correttamente allo scrocco, e i chiavistelli, che devono entrate senza problemi nei fori del telaio. Quando ciò non avviene, si può provare ad oliare questi elementi con vaselina, ma attenzione

non bisogna mai lubrificare la chiave e gli organi interni della serratura!

L’applicazione di un lubrificante all’interno della serratura potrebbe infatti causare la deposizione di grasso o polvere e, in poco tempo, impedire il corretto scorrimento della chiave all’interno del meccanismo.

Per una porta blindata a prova di specchio

Procediamo ora con alcuni consigli utili relativi alla pulizia e cura di elementi strutturali più specifici, che possono aiutarvi a mantenere elevate le prestazioni della porta blindata, anche col passare del tempo.

Curare il rivestimento

Sono davvero tante le possibilità per rivestire una porta blindata a Torino, perciò, quando bisogna occuparsi della manutenzione esterna, ogni soluzione è da valutare singolarmente. A seconda dei materiali e delle finiture infatti, i comportamenti e le reazioni agli agenti atmosferici sono diversi.

Anche la frequenza della pulizia può variare in base alla posizione della porta, tuttavia in linea di massima è consigliato effettuare questa operazione ogni tre o quattro mesi. Suggeriamo in questi casi di utilizzare panni morbidi e soluzioni detersive neutre. In caso di rivestimenti in legno, sarà sicuramente necessaria una manutenzione più minuziosa e con cadenza più ravvicinata.

Quando la porta è sottoposta a grandi sbalzi termici, è possibile che si creino dei fenomeni di condensa. Consigliamo di risolvere questo tipo di problemi con gli appositi kit di manutenzione di Torterolo & Re, il nostro fornitore di fiducia di porte blindate a Torino.

Pulizia di una porta blindata con panno umido

Dettaglio della guarnizione di una porta blindata

Verificare la tenuta delle guarnizioni

Le guarnizioni sono elementi fondamentali che, quando funzionano correttamente, garantiscono l’isolamento termoacustico e il conseguente risparmio energetico, quindi è davvero importante controllarne la tenuta!

Nel caso in cui l’adesione del profilo al telaio appaia troppo debole, consigliamo di applicare un mastice siliconico oppure di ravvivare il materiale con spray specifici.

Liberare il telaio dalla sporcizia

Per evitare la formazione di forme di ossidazione, è consigliato sottoporre il telaio ad una pulizia a cadenza mensile. Anche in questo caso, non è richiesto l’utilizzo di prodotti particolari: sono sufficienti una spugna o un panno morbido inumidito e un detergente neutro. È importante evitare l’uso di ammoniaca, cloro o abrasivi per non compromettere i livelli prestazionali della porta.

Inoltre, è opportuno controllare che le sedi di entrata dei rostri rimangano sempre libere da accumuli di polvere o sporco, onde evitare che questi ostacolino il corretto funzionamento della serratura.

Far splendere gli inserti

La pulizia degli inserti vetrati è molto semplice: non dovete far altro che passarvi sopra il solito panno morbido inumidito con acqua e sapone o, se preferite, alcool denaturato. L’unica accortezza cui dovete fare attenzione è quella di non danneggiare le sigillature del vetro, onde evitare di compromettere le prestazioni del portone blindato.

Qualora dovesse capitarvi di notare venature o difetti sulla superficie del vetro, non esitate a rivolgervi a dei tecnici esperti per risolvere al più presto il problema!

Per una manutenzione a 360° della tua porta blindata, non dimenticare di passare il rivestimento esterno dello spioncino e la maniglia con un panno morbido inumidito di acqua e sapone! Ricorda solo di evitare l’impiego di detersivi o polveri abrasive: potrebbero intaccare il metallo e impedire il movimento fluido del pomo o della maniglia.  

Speriamo di averti dato tutte le indicazioni utili per prenderti cura della tua porta blindata a Torino! Se stai cercando ispirazione, vieni a trovarci! Saremo felici di mostrarti le migliori soluzioni TuttoPorte.