Tapparelle: benessere e protezione

06 . Oct . 2014 | in Sicurezza casa, Prodotti, Innovazione, Cura e manutenzione


L’ultima frontiera è rappresentata dalla domotica, quella branca della scienza atta a rendere la casa intelligente. Oggi si può aprire a chiudere le proprie tapparelle stando seduti comodamente sul divano, utilizzando un telecomando, ma ancora più attraverso il proprio pc, tablet o smartphone. Sembra fantascienza, invece è realtà. Una realtà che la grande azienda Somfy, specializzata in domotica, ha chiamato Tahoma.

Le tapparelle svolgono due importanti funzioni:

  • oscurano l’ambiente interno
  • proteggono la casa dalle possibili intrusioni di malintenzionati.

Sono dunque una doppia protezione, che assicura agli abitanti della casa benessere e sicurezza. Sul fronte sicurezza, sono state create le serrande blindate, solitamente composte col resistentissimo acciaio, a prova di ladro. Ma le persiane avvolgibili, sono disponibili anche il legno, alluminio e pvc.

Ormai si può spaziare tra forme, colori e materiali diversi poiché, ovviamente, anche le tapparelle sono un importante elemento di arredo, in casa come negli ambienti di lavoro.  

Proprio per questo motivo, con l’avanzare del tempo e della tecnologia, in commercio non vi sono solo tapparelle con la classica cinghia, ma anche motorizzate. La corda non rimane a vista sul muro, ma viene sostituita da un bottoncino che permette di alzare ed abbassare l’avvolgibile a proprio piacimento. Una soluzione comoda per tutti, ma ideale soprattutto per le persone anziane o diversamente abili, che in questo modo potranno avere benessere e protezione senza incorrere in grandi sforzi fisici.

Pulizia tapparelle? No problem!

Per quanto però la tecnologia evolva, alcune pratiche rimangono immutate nel tempo. Tra esse, la pulizia delle tapparelle.

Qual è il modo più giusto per pulire efficacemente le proprie serrande?

Ovviamente, la prima cosa da fare è abbassare gli avvolgibili e spolverarli per bene. Potete utilizzare una semplice scopa, oppure potreste aiutarvi con l’aspirapolvere. È consigliabile eseguire l’operazione sempre dall’alto verso il basso.
Assicuratevi di pulire al meglio soprattutto tra una stecca e l’altra (il luogo in cui in assoluto si accumula più polvere e smog). E non dimenticate il cassonetto in cui alloggia la tapparella.

È molto importante rimuovere tutta la polvere in eccesso prima di passare alla fase successiva, altrimenti si otterrebbe una grossa poltiglia, che renderebbe il lavoro ancora più gravoso.

A questo punto munitevi di acqua calda, sapone neutro (o sgrassatore per lo sporco più ostinato), un panno morbido e tanta pazienza. Ovviamente il lato esterno, essendo quello più esposto, sarà anche il più lavorato. Proprio per questo conviene che sia il primo ad essere ripulito. Potete inumidire il panno o una scopa con acqua calda e sapone e procedere sempre dall’alto al basso, fino a che l’acqua non sarà limpida. Quando il lato esterno sarà lindo e sgrassato, potrete passare all’interno.

Pulire sistematicamente le proprie tapparelle pulite aiuta a tenere più puliti anche i propri ambienti interni, in quanto passerà aria senza che l’odiosa polvere continui a circolare per casa. 


Tag: