Bonus verde 2018: uno “sconto green” per chi sceglie di migliorare il proprio giardino o terrazzo

27 . Apr . 2018 | in Comfort abitativo, Detrazioni fiscali, Abitare sostenibile


La nuova legge finanziaria ha reso disponibile il bonus verde per giardini, terrazzi, e spazi dedicati al verde. Questa novità va ad affiancare l'ecobonus, che premia chi rende energeticamente più efficiente la casa. Una norma a vantaggio di chi si dedica al gardening, ma in definitiva per tutti per qualità dell'aria e di vita.

Già dalla fine del 2017 si vociferava che il Governo stesse ipotizzando l’introduzione di un incentivo fiscale per l’abbellimento e la manutenzione dei giardini privati. Da qualche mese a questa parte il provvedimento è giunto alla sua versione definitiva all’interno del testo sulla Legge di Bilancio 2018.

Si tratta del nuovo “Green Bonus”, l’incentivo che per tutto il 2018 permetterà di detrarre il 36% per gli interventi sul verde privato.

Il Green Bonus è un’agevolazione utile non solo agli amanti del giardinaggio o a chi gode di uno spazio esterno verde, ma di riflesso è utile a tutti i cittadini. Le aspettative sottese a questo nuovo bonus è quella di contribuire al miglioramento della qualità dell’aria nelle città, tema sempre più urgente. Un piccolo passo questo, per godere di uno sconto e di aria più pulita. 

Bonus verde: cosa sapere

  • La manovra 2018 ha introdotto la detrazione del 36% per la cura, la ristrutturazione e irrigazione dei giardini e del verde privato, cioè terrazzi e giardini anche condominiali.
     
  •  Le spese vanno documentate e hanno un tetto massimo di 5000€ per ogni unità immobiliare. Stesso tetto nel caso di condomini.
     
  • Sono comprese le opere di: sistemazione a verde di aree scoperte private ed edifici già esistenti, unità immobiliari, pertinenze e recinzioni annesse; interventi su terrazzi e giardini di case singole e condominiali, villini e palazzi, coperture a verde e giardini pensili; la messa a dimora di alberi e arbusti.
     
  • Tra le spese ammissibili e detraibili possono rientrare anche la progettazione e la manutenzione del verde.

 Anche le migliorie legate ai terrazzi rientrano nelle spese detraibili, per questo abbiamo ipotizzato alcune idee per rendere più verde il proprio spazio esterno usufruendo dell’incentivo fiscale.

 Colture in vaso

Qual è la via più facile per rendere verde un terrazzo cittadino? Ovviamente i vasi!

Sono molte le specie che resistono e crescono in vaso: dalle piante sempreverdi come pino o ginepro, l’erica, le fuxie o i ciclamini, c’è davvero solo l’imbarazzo della scelta. Un piccolo orto aromatico, inoltre, è la soluzione perfetta per chi ama il verde e si diletta in cucina.

Giardini pensili

Realizzare un giardino pensile è sicuramento un’idea più complessa da realizzare, ma i risultati sono spesso di un’incredibile bellezza e gradevolezza ed il rimborso messo a disposizione dal Green Bonus è certamente un incentivo importante per chi da sempre si è fatto accarezzare dall’idea.

Per un giardino pensile serve un terrazzo di ampia metratura e sono necessarie alcune verifiche strutturali prima della messa in opera, per valutare principalmente la tenuta del pavimento che dovrà sostenere il nuovo peso.

Sistema di irrigazione

La qualità dell’aria che respiriamo è un tema rilevante per la vita di tutti noi così come lo è il giusto consumo dell’acqua, altro bene primario fondamentale per la nostra esistenza.

Irrigare le proprie piante senza inutili sprechi, è un dovere che abbiamo tutti noi nei confronti della natura.

Quando possiamo assolvere a questo compito con un incentivo statale che ci aiuta ad apportare migliorie al nostro impianto di irrigazione, è indubbiamente ancor meglio! Sono diversi i sistemi di irrigazione in commercio che, grazie a centraline elettroniche, sono in grado di temporizzare la distribuzione dell’acqua. I modelli più evoluti si autoregolano perfino a seconda delle condizioni climatiche!

Le soluzioni per apportare migliorie al nostro spazio verde e usufruire del bonus possono essere davvero tante e riguardano anche i giardini condominiali.

Con l’arrivo della bella stagione non c’è davvero ragione per non pensare a come migliorare il proprio spazio esterno: nelle calde sere d’estate un piccolo spazio verde in cui rilassarsi sarà un plus rilevante per la vostra casa.

Non lasciatevi sfuggire quest’occasione!

 


Tag: