Una casa con cento occhi per aiutare una famiglia con problemi d’udito

24 . Mar . 2015 | in Architettura e design


La necessità di ogni genitore è quella di avere uno stretto controllo sui propri bambini, a maggior ragione lo è quando lo sguardo e i gesti sono il principale mezzo di comunicazione con loro. È questo il caso della famiglia per la quale l’architetto Takeshi Hosaka ha progettato Room Room, la casa dalle cento finestre.

Concepire ambienti, sistemi, prodotti e servizi fruibili in modo autonomo da parte di persone con esigenze e abilità diversificate, è uno dei punti cardine della disciplina del Design for All, alla quale l’architetto giapponese sembra aver fatto grande riferimento. Non solo oggetti quindi, ma anche le stesse finestre possono risolvere o semplificare azioni che spesso diamo per scontate.

Utilizzando l’elemento finestra in modo del tutto inusuale l’architetto Takeshi Hosaka è riuscito a rendere vivibile la casa di una famiglia giapponese; l’inserimento di un centinaio di finestrelle larghe ciascuna 20 cm su pareti, soffitto, e pavimento consente ai genitori non udenti di non perdere mai di vista i propri figli, quando sono in casa ma anche quando sono in giardino e di comunicare con loro attraverso il linguaggio dei segni.
Una sorta di costellazione caratterizza l’edificio rispondendo a criteri estetici e, al contempo, funzionali. Infatti, le finestre collocate sulle superfici esterne della casa non facilitano solo la comunicazione tra interno e esterno, ma rendono l’abitazione sempre luminosa e arieggiata, mentre, le aperture posizionate su soffitti e pavimenti, consentono di controllare gli spostamenti dei piccoli tra un piano e l’altro e vengono inoltre utilizzate come passaggio per alberi e piante ornamentali coltivate all’interno dei locali.

Una soluzione non solo per i genitori, ma anche per gli stessi bambini che, talvolta si trovano a richiamare l’attenzione di mamma e papà attraverso, ad esempio, un giocattolo fatto cadere da una delle aperture.

Funzionale e al contempo d’indubbio fascino, in grado di accogliere e rispondere alle esigenze di chi la vive, la Casa dalle cento Finestre lascia sempre un po’ stupiti.