Progetto cabina armadio. No problem!

22 . Oct . 2014 | in Prodotti, Soluzioni d'arredo


È il sogno di ogni donna. La comodità di ogni uomo! Utilissima per poter tenere i propri abiti e accessori in ordine e soprattutto a portata d’occhio e di mano. Formidabile da utilizzare come spogliatoio, per riporre i vestiti della sera prima e chiudere la porta senza preoccuparsi del disordine. Stiamo parlando, ovviamente, della cabina armadio. Un sogno che, volendo, può sempre essere realizzato. Basta solo ricavarsi lo spazio giusto.

Come ricavare la cabina armadio?

La prima cosa da fare è studiare l’ambiente e conoscere le misure per formare la propria cabina armadio.

È importante sapere che la parete “vuota” su cui ricavare la cabina, deve avere una profondità minima di 130 cm. Questo perché bisogna considerare uno spazio tra i 50 e i 60 cm per posizionare gli scaffali più lo spazio destinato al passaggio, che deve essere almeno di 60-70 cm.

Può essere ricavata:

in un corridoio/disimpegno inutilizzato (anche leggermente lontano dalla camera da letto)
tra due stanze che vogliamo ridimensionare in camera da letto al centro di un grande open space, come può essere un loft. In questo modo, non solo si avrà un ambiente comodo e bello, ma riuscirà anche a fungere da separazione tra zona giorno e zona notte.

Se c’è spazio sufficiente, in camera da letto, potrebbe essere posizionata:

su un solo verso, inserendola al lato, davanti o dietro al letto matrimoniale. In questo caso le dimensioni minime saranno di 120 x 200 cm ad angolo, utilizzando due lati della parete, con una misura minima di 200 x 200 cm a soppalco. Soluzione possibile in quelle stanze dai soffitti molto alti.

A seconda dello spazio, anche la forma della cabina può cambiare:

  • rettangolare
  • quadrata
  • triangolare
  • tonda
  • completamente irregolare, volta a seguire le forme della casa.

E la struttura? Potrebbe essere formata in cartongesso o in muratura. Ma la soluzione che potrebbe apparire più calda e comoda è realizzarla con pannelli in legno, attraverso le boiseries.

Ad esse devono essere abbinate le porte. Anche per porte ci sono diverse soluzioni.

Si parte dalla classica porta a battente, ma possono esservi anche soluzioni salvaspazio come le porte scorrevoli o a libro.

Le porte possono essere realizzare in legno, in vetro (temperato o stratificato) o in alluminio. Oppure con una combinazione tra i vari elementi.

Una volta ricavato lo spazio, la comodità della cabina armadio è la completa possibilità di personalizzare l’ambiente attraverso scaffalature, mensole, cappelliere, scarpiere e stand per appendere i propri abiti.

A questo punto, se volete rendervi conto di quanto può essere semplice e divertente creare il vostro spazio speciale, rivolgetevi a ditte specializzate, come Garofoli.

Garofoli sarà capace di personalizzare l’intero ambiente, abbinando porte interne, boiseries ed elementi contenitori. Tutto sarà deciso, insieme a voi, nei minimi particolari.

Nulla sarà lasciato al caso. Perché anche i sogni hanno bisogno di elementi reali, solidi e dal design coinvolgente, per far sì che si avverino. 


Tag: