Bonus fiscali: c’è tempo fino al 31 dicembre!

Restano poche settimane per sostituire finestre e infissi usufruendo delle detrazioni fiscali

22 . Oct . 2015 | in Risparmio energetico, Infissi e serramenti


Come molti di voi ricorderanno, il 1° gennaio 2014 è entrata in vigore la Legge di Stabilità n.147 del 27 dicembre 2013, che tra le altre cose, ha consentito il prorogarsi fino al 31 dicembre 2015 delle detrazioni fiscali del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica e del 50% per quelli di ristrutturazione edilizia.

Al momento non vi è ancora la certezza che la proroga si estenda al 2016, pertanto restano solo più poche settimane per poter accedere all’incentivo statale.

Vediamo da vicino di cosa si tratta e come poter cogliere al volo questa occasione!

Sino al 31 dicembre, imprese e utenti privati che intendono apportare interventi di miglioramento termico ad edifici esistenti o effettuare operazioni che aumentino il livello di efficienza, potranno accedere al bonus per il risparmio energetico, pari al 65% delle spese sostenute, mentre, i condomini avranno tempo fino al 30 giugno 2016 per usufruire del bonus.

Ad oggi sembra che, a partire dal 1° gennaio 2016 l’agevolazione verrà sosostituita con la detrazione fiscale ordinaria prevista per le spese di ristrutturazione edilizia pari al 36%.

La sostituzione dei vecchi infissi rientra a pieno titolo nelle operazioni, ma occorre sottolineare come non tutte le finestre in commercio si adattino appieno all’agevolazione statale. Per poter avere accesso all’ecobonus del 65% sarà necessario scegliere infissi con requisiti di trasmittanza “U”, ovvero la dispersione di calore, espressa in W/m2K, definiti dal decreto del Ministro dello Sviluppo economico dell’11 marzo 2008 e successivamente modificati dal decreto del 6 gennaio 2010.

Per infissi con valori minori di efficenza energetica, sino al 31 dicembre, sarà comunque possibile usufruire del bonus al 50% sulle ristrutturazioni.

È bene sottolineare come l’intervento di sostituzione degli infissi è quello più utilizzato per ottenere la detrazione del 65% e, sommando il 27.5 di IRES e il 3.9 di IRAP, può arrivare fino all’86.4% per le imprese. L’ENEA - agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile - permette di portare in detrazione in 10 anni la sostituzione di vecchi serramenti con serramenti di nuova generazione in grado di soddisfare i parametri di legge, inoltre questi risultano detraibili in abbinata con tapparelle, scuri e persiane.

Insomma, non c’è tempo da perdere: raggiungici in showroom per una consulenza gratuita!


Tag: