Abitare sostenibile

11 . Feb . 2015 | in Abitare sostenibile, Risparmio energetico


Sempre più le attenzioni dei governi in tema di edilizia si stanno muovendo verso canoni, di progettazione e realizzazione di immobili e serramenti, in grado di rispondere a criteri di efficienza energetica e riduzione dell’impatto ambientale.

Anche gli enti locali hanno da tempo sollevato il problema, tanto da creare programmi concreti come “Abitare Sostenibile”, progetto promosso dalla Camera di Commercio di Torino, teso ad aggiornare i programmi di formazione delle scuole superiori al fine di arrivare ad offrire al mercato del lavoro professionalità preparate nell’ambito della progettazione sostenibile.

Si tratta di una vera e propria conversione dell’edilizia alla sostenibilità ambientale, attuata attraverso interventi in grado di prevedere il contenimento dei consumi dell’energia e delle risorse, favorendo l’uso delle fonti energetiche rinnovabili e dei materiali eco-compatibili.

L’edilizia in Europa è, infatti, responsabile da sola di oltre il 40% del consumo di energia primaria ed è l’intero processo edilizio a risultare inefficiente. Ne consegue, a partire da questo dato, la necessità di intervenire in maniera sostenibile su pianificazione, costruzione e uso degli edifici.

La prima energia risparmiata è quella che non consumiamo e abitare la casa in maniera responsabile è la prima risorsa della quale, a beneficiarne, non sarà solo l’ambiente ma anche il nostro portafogli.

Ad esempio, una corretta scelta degli infissi e dei giusti vetri per finestre e porte, è la prima operazione da compiere per evitare la dispersione del calore proveniente dai sistemi di riscaldamento e quindi, l’aumento delle spese.

Le nuove tecniche realizzative e i nuovi materiali di cui sono composti gli infissi di ultima generazione consentono di ottenere una buona coibentazione degli spazi, ma non bisogna dimenticare come una corretta posa in opera consenta di valorizzare le caratteristiche prestazionali dei serramenti.

Il nodo tra finestra e muratura è la parte più debole dell’involucro edilizio. La posa in opera di porte e finestre risulta quindi essere uno degli aspetti cruciali del processo di riqualificazione energetica di un edificio.

Per questa ragione è sempre consigliato rivolgersi a team esperti in grado di condurci nel processo di scelta del giusto serramento e di realizzare pose in opera a regola d’arte.

Del resto, che senso avrebbe investire in un ottimo serramento ma affidarsi ad un’installazione condotta da mani non esperte?